Interventi formativi per rispondere alle esigenze dei manager e consolidare la ripresa in modo definitivo: questa è FEDERMANAGER ACADEMY.

Governance

PRESIDENTE: Marco Bertolina

Presidente di Federmanager Academy, Marco Bertolina è un manager con una lunga esperienza da dirigente e Temporary manager con particolare riferimento al mondo delle PMI. Esperto in riorganizzazione aziendale ha affiancato negli ultimi 20 anni gli imprenditori nei delicati momenti di ristrutturazione, di passaggio generazione e in ultimo, di riorganizzazione e ristrutturazione durante la pandemia.

Bertolina, iscritto a Federmanager Torino dal 2003 ha ricoperto numerose ed importanti cariche a livello nazionale: componente del Gruppo Giovani Dirigenti, consigliere nazionale, membro di giunta nazionale ed ultimamente componente del Cda di Fondirigenti. Attualmente è membro del Consiglio e componente di giunta di Federmanager Torino.

Da sempre considera la formazione ed il concetto di life long learning alla base della cultura manageriale che è fondamentale per la crescita dei manager e delle imprese italiane in un contesto sempre più competitivo e globale.

Convinto sostenitore di Federmanager Academy sin dalla nascita, ne promuove l’immagine in tutti  gli appuntamenti federali e non, con l’obiettivo di aumentare il brand a livello nazionale e far diventare Academy un player importante nel panorama della formazione manageriale italiana.

CONSIGLIERE: Francesca Boccia

Esperta di antifrode, antiriciclaggio e anticorruzione con focus su green washing e crimini ambientali per Banche e società quotate, Francesca Boccia ha lavorato in Europa, Medio Oriente, Cina e Nord Africa.

Fa parte degli esperti di Green Entrepreneurship del ECCP (European Cluster Collaboration Platform) per migliorare l’efficienza delle risorse e supportare l’imprenditoria sostenibile nei cluster di PMI.

Francesca Boccia è membro del gruppo di lavoro 11 di Asvis (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile) “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”.

Convinta sostenitrice che il successo in un’azienda dipenda anche dalla formazione continua della forza lavoro per spingere l’innovazione e la crescita del business, è anche promotrice di iniziative di advocacy per sostenere l’inclusione educativa e finanziaria delle categorie sociali più svantaggiate.

CONSIGLIERE: José Maria Recca

José Maria Recca si è laureato in economia aziendale nel 1996, è esperto di strategia aziendale e vanta un’esperienza ultra decennale in ambito di innovazione, gestione e organizzazione aziendale.

Figura professionale poliedrica che ha ricoperto ruoli trasversali nel suo percorso lavorativo, rilevante esperienza di Direttore Generale e Amministratore Delegato in PMI operanti in settori molto eterogenei fra loro, dal food all’aeronautica.

Fa parte del Board di Expò Mediterraneo, un importante Ente Fieristico operante nel territorio siciliano ed è Advisor di alcune start-up innovative e non. Da anni partecipe delle attività associative della Federazione, ha ricoperto l’incarico di presidente di U.R. Federmanager Sicilia, di consigliere Sicilia Orientale e componente Gruppo Giovani e Comitato Esecutivo Giovani.

Professionista focalizzato sulla crescita è convinto che una Management School sia un asset strategico per lo sviluppo dell’associazione, dei dirigenti e delle imprese del nostro Paese.

Vision, Mission e Politica per la Qualità

Vision

La nostra visione è quella di essere una management school di riferimento per i manager di oggi e di domani. Vogliamo offrire una formazione di eccellenza ai manager affinché diventino sempre più inclusivi, innovativi, eticamente corretti e lavorino per un mondo migliore. Sviluppiamo idee e manager per trasformare il mondo partendo dal business.

 

 

Mission

La nostra missione è chiara: ci impegniamo a formare dirigenti, leader e manager di imprese che creino valore per i loro stakeholder e la società in generale; lo realizziamo attraverso i nostri programmi di formazione in presenza, in eLearning e con gli Study Tour. Federmanager Academy si impegna quindi a preparare i manager di oggi e di domani a governare il presente e a guidare il cambiamento nel futuro del business globale, infondendo e diffondendo i nostri valori, che promuovono la trasformazione, il multiculturalismo e la diversità.

“Tutto questo lo realizziamo con il nostro impegno quotidiano al servizio dei nostri colleghi”

Marco Bertolina

Presidente Federmanager Academy

 

 

Politica per la Qualità

La filosofia di Federmanager Academy è voler offrire un punto di riferimento per la formazione dei manager e delle alte professionalità. Una management school capace di lavorare in un’ottica di lifelong learning, incentivando l’aggiornamento e lo sviluppo di nuove competenze e soft skill delle funzioni manageriali, e contribuendo allo sviluppo del “fare impresa”.

 

Federmanager Academy vuole porsi come riferimento per il mondo manageriale nazionale volendo:

  • Essere un riferimento per i manager
  • Essere una realtà presente anche nei territori
  • Essere supporto nell’ambito della formazione e dello sviluppo di alte figure professionali operanti nel settore pubblico e privato, formazione improntata ai criteri del lifelong learning
  • Focalizzare il modello di apprendimento sulla centralità della domanda, anziché sulla semplice offerta di formazione.

 

Per raggiungere questi obiettivi Federmanager Academy si impegna a:

  1. Individuare e monitorare i rischi che potrebbero minare il raggiungimento degli obiettivi, mettere in atto controlli preventivi per minimizzarne gli effetti negativi e cogliere al meglio le opportunità che le si presentano
  2. Migliorare continuamente i servizi erogati per garantire la massima soddisfazione dei Clienti
  3. Preservare e potenziare la propria struttura, con interventi di costante formazione, il coinvolgimento delle risorse e il miglioramento dell’organizzazione
  4. Avvalersi di strumenti informatici innovativi per migliorare la performance
  5. Migliorare continuamente il sistema di gestione aziendale e assicurare il soddisfacimento di tutti i requisiti applicabili
  6. Promuovere criteri di efficienza organizzativa, perseguendo la qualità del servizio al cliente, l’innovazione nei contenuti e nei metodi e lo sviluppo di un ambiente favorevole alla crescita manageriale.

 

Perseguire questa politica significa:

  • Garantire il controllo delle prestazioni con un impegno che è assunto ai massimi livelli, essendo di competenza del Direttore
  • Assicurare l’efficace funzionamento e controllo dei processi di erogazione dei propri servizi primari, in base a criteri e metodi definiti
  • Eseguire attività di monitoraggio, misura ed analisi mediante rilevazioni sull’erogazione dei servizi formativi
  • Valutare periodicamente l’applicazione del SGQ in relazione alla presente Politica e agli Obiettivi definiti, perseguendo il miglioramento.

 

In questo quadro di riferimento la volontà di migliorare continuamente il proprio sistema di gestione è sentita come intento di dotarsi di uno strumento di supporto al raggiungimento degli obiettivi di business e strategici, di valorizzazione degli asset aziendali, di controllo dei rischi, garantendone flessibilità, efficacia ed efficienza come essenziali elementi di crescita.

La Politica è formulata in modo appropriato agli scopi di Federmanager Academy ed è il riferimento delle diverse valutazioni periodiche condotte dalla Direzione, nell’ambito delle quali gli obiettivi aziendali definiti e la Politica stessa possono essere oggetto di adeguamento al fine di mantenerne l’idoneità.

Federmanager Academy assicura che la Politica venga comunicata e compresa all’interno dell’azienda.

 

Federico Mioni

Direttore Federmanager Academy

 

Politica Parità di Genere

 

1. Premessa

Noi, in Federmanager Academy, crediamo nella valorizzazione dell’equità, diversità e inclusività. Rispetto e valorizzazione dell’unicità, accogliere il cambiamento, dedizione, stimolare le connessioni e il lavoro di squadra rappresentano i cardini su cui si fonda la nostra organizzazione. Per questo motivo, consideriamo la parità di genere un obiettivo primario che come Federmanager Academy intendiamo raggiungere. Non si tratta di una dichiarazione d’intenti, ma di un impegno continuativo che si declina in una strategia di sviluppo e gestione delle risorse umane in grado di garantire un efficace rispetto delle pari opportunità mediante la promozione di azioni concrete. Parità ed equità sono due valori che meritano dignità e cura in termini assoluti. La parità di genere è un’espressione di questi, e come tale deve essere fatta propria, tutelata e incoraggiata dall’organizzazione, con azioni concrete e trasversali a tutti i processi organizzativi e gestionali attraverso le persone che vi lavorano.

Come Società che predispone Interventi formativi per rispondere alle esigenze dei manager in un mondo sempre più complesso, in coerenza con Federmanager abbiamo pertanto deciso di adottare e perseguire un sistema di gestione per la parità di genere, che si pone come obiettivo ultimo la “Certificazione di parità di genere” di Federmanager, Manager Solutions, Assidai, Praesidium e Federmanager Academy. Crediamo indispensabile promuovere e tutelare la diversità e le pari opportunità sul luogo di lavoro a livello di sistema, coinvolgendo il più ampio numero di persone che collaborano con noi.

Come Federmanager Academy, quindi, siamo impegnati a colmare il divario di genere attraverso azioni concrete sancite nel nostro piano strategico, essendo comunque consapevoli che il cammino richiede un impegno crescente e costante, per affrontare con approccio olistico le aree tematiche maggiormente impattate da questo argomento.

La politica di parità di genere adottata qui in Federmanager Academy include i seguenti obiettivi:

  • individuare i principi e le linee guida che delineano l’impegno dell’organizzazione nei confronti dei temi relativi alla valorizzazione delle diversità di genere e l’empowerment femminile;
  • prevedere l’identificazione di un Responsabile della Parità di genere al fine di avere un punto di riferimento e un supporto costante nel garantire la valorizzazione e l’equità di genere;
  • creare dei processi/procedure a vario titolo collegate ai temi della parità di genere;
  • comunicare e diffondere all’interno e all’esterno dell’organizzazione la propria politica di parità di genere.

 

2. Applicazione della politica di parità di genere

Il nostro impegno prevede la messa in atto di azioni specifiche per promuovere l’uguaglianza di genere:

  • diffondendo Pratiche Manageriali Inclusive: ovvero, propagare a tutti i livelli dell’organizzazione stili di gestione e leadership che abbraccino l’inclusione come principale paradigma culturale di riferimento.
  • Stabilendo Regole per un Ambiente di Lavoro Inclusivo: quindi, definendo un insieme di regole mirate a promuovere e garantire un ambiente di lavoro basato su comportamenti trasparenti, inclusivi e di pari opportunità.
  • Identificando e Superando Ostacoli: pertanto, individuando le barriere culturali, organizzative e relazionali che ostacolano l’inclusione lavorativa, promuovendo allo stesso tempo opportunità interne ed esterne all’azienda, anche in termini di politiche del lavoro.
  • Coltivando Relazioni di Lavoro Rispettose e Affidabili: significa creare rapporti di lavoro improntati al rispetto reciproco e alla fiducia.
  • Promuovendo la Sensibilizzazione sulla Diversity & Inclusion: per esempio, lanciando campagne di sensibilizzazione sui temi della Diversità e Inclusione.

In questo contesto, il ruolo del Comitato Guida e del management è cruciale per garantire equità, inclusione e non discriminazione, intervenendo ogni qualvolta si riscontrino comportamenti non rispettosi. I manager devono anche creare un clima favorevole all’espressione di tutti per promuovere l’innovazione e la generazione di nuove idee e progetti.

In Federmanager Academy assicuriamo la valorizzazione a lungo termine delle diversità a tutti i livelli e nelle fasi di attuazione delle politiche aziendali. In particolare:

  • definiamo una Strategia di Selezione Orientata alla Diversity & Inclusion: garantendo l’individuazione dei migliori talenti nel rispetto delle pari opportunità e dell’imparzialità.
  • Garantiamo Pari Opportunità di Sviluppo e Crescita Professionale: assicurando eguali opportunità di sviluppo e avanzamento professionale basate su principi meritocratici.
  • Preveniamo il Divario Retributivo di Genere: definendo un piano d’azione per prevenire il divario retributivo di genere e divulgare le performance aziendali relative al gender pay gap.
  • Favoriamo l’Inclusione attraverso la Formazione: diffondendo una cultura orientata all’inclusione attraverso programmi formativi specifici, superando stereotipi e valorizzando la diversità.
  • Miglioriamo il Benessere Organizzativo e Individuale: potenziando l’offerta di servizi e strumenti di welfare aziendale per favorire il benessere organizzativo, il dialogo e la motivazione delle persone, supportando le esigenze di conciliazione vita-lavoro e le situazioni di fragilità individuale.

 

3. Comitato Guida

La governance dell’applicazione della politica di parità di genere e del piano strategico è affidata al Comitato Guida di Federmanager Academy, così composto:

  • Direttore
  • Responsabile della parità di genere

Il Comitato Guida si riunisce con cadenza almeno semestrale e ha il compito di:

  • Garantire la continua ed efficace applicazione della presente politica per la parità di genere.
  • Redigere il piano strategico, allo scopo di tradurre i temi della relativa politica in obiettivi semplici, misurabili, realistici, pianificati nel tempo e assegnati individualmente come responsabilità di attuazione.
  • Allocare le risorse stanziate per la concreta attuazione e perseguimento degli obiettivi contenuti nel piano strategico.
  • Promuovere la formazione e la sensibilizzazione rispetto ai temi oggetto del piano strategico.

La politica di parità di genere è definita dal Presidente in coordinamento con il comitato guida ed è coordinata dalla Responsabile di parità di genere.

 

4. Risorse

Alla data della redazione della seguente politica, abbiamo stanziato un budget di spesa per il perseguimento, il raggiungimento e il mantenimento degli obiettivi di parità di genere perseguiti.

 

5. Comunicazione interna e esterna

Siamo impegnati a impostare un piano di comunicazione interna e esterna, coordinato dalla Responsabile della comunicazione del sistema Federmanager, che sia neutra dal punto di vista del genere verso tutti gli stakeholder individuati, attraverso iniziative in linea con i principi della seguente politica e con gli obiettivi sanciti nel piano strategico.

 

6.  Monitoraggio e reporting 

La seguente politica sarà revisionata annualmente sotto la responsabilità della Direzione e della Responsabile della parità di genere, allo scopo di poter adeguare i principi fissati alla luce delle iniziative e degli avanzamenti promossi dalla Responsabile all’interno dell’organizzazione.

 

7. Diffusione e aggiornamento 

La seguente politica viene comunicata a tutto il personale dipendente anche tramite apposite sessioni formative, ed è resa pubblica sul sito internet di Federmanager Academy, per tutti gli stakeholder, compresi collaboratori, fornitori e partner.

Periodicamente (con cadenza annuale), la seguente politica verrà valutata ai fini dell’aggiornamento sulla base di nuove evidenze emerse e dal monitoraggio delle tendenze nazionali e internazionali.

Abbiamo realizzato progetti con