INNOVARE: un problema 4.0

CONTENUTO: Formazione a mercato FMA

Docente: Gian Piero Jacobelli

Docente presso l’Università La Sapienza di Roma e presso LUISS Direttore responsabile di MIT Technology Review Italia

 

Obiettivi

Relativizzare la nozione di innovazione, perché non appaia più come una necessità, ma come una scelta che richiede complesse valutazioni aziendali e di mercato.
Distinguere a questo scopo le diverse modalità innovative, da quelle tecnologiche a quelle organizzative, da quelle incrementali a quelle radicali.
Configurare l’innovazione nel quadro di una sistematica strategia contestuale, che impone una incessante dialettica tra processi innovativi lineari e processi innovativi retroattivi. Prospettare il mondo digitale, nelle sue diverse e successive configurazioni, come un esempio significativo delle difficoltà che ogni passaggio, nei mezzi, ma anche nei fini, inevitabilmente comporta.

 

Contenuti

  • L’innovazione è complessa, in quanto si manifesta spesso in più settori e su più livelli operativi
  • L’innovazione è strutturalmente conflittuale, sia nel contesto microeconomico, sia in quello macroeconomico
  • Talvolta qualcosa che sembra innovativo, non lo è davvero: alcuni esempi di vicoli ciechi dell'innovazione
  • Talvolta l’innovazione è utile, talvolta lo è meno, se non addirittura controproducente
  • Anche nel campo del digitale non mancano fallimenti significativi: media, scuola, PA
  • Ma sbagliando s’impara: il caso di molte startup in USA
  • Ogni innovazione comporta anche una nuova cultura aziendale, in termini motivazionali e formativi
  • Innovare comporta che si debba fare tesoro delle proprie specificità
  • Innovare comporta un’attenta gestione decisionale, implementativa e promozionale
  • Innovare comporta che ci si sappia destreggiare tra grandi e piccole innovazioni
  • Soprattutto impone di selezionare le innovazioni pertinenti e tempestive
  • Come ci si può orientare nell’attuale congestione innovativa?
  • L’importanza degli strumenti di conoscenza e di comunicazione verso l’interno e verso l’esterno
  • Analizzare alcune recenti aspettative tecnologiche può aiutare a distinguere tra “vere” e “false” innovazioni