GESTIRE LA SUPPLY CHAIN IN UN MONDO IN CUI LA DOMANDA NON È PIÙ PREVEDIBILE

IL DEMAND DRIVEN MRP

CONTENUTO: Formazione a mercato FMA

AREA: Gestione Processi e Operations

Docente: Alfredo Angrisani

Consulente certificato a livello internazionale APICS CPIM e ISCEA (International Supply Chain Educational Alliance)

Obiettivi

Il metodo DDMRP, di Carol Ptak e Chad Smith, descrive un percorso in 5 passi per gestire i materiali in modo “tirato” dalla domanda, cioè in modo completamente “pull” e senza necessità di ricorrere ad alcun tipo di previsioni di dettaglio. In ciò il DDMRP è estremamente adatto al contesto “nuovo normale”, e si focalizza sui passaggi che saranno trattati operativamente nelle varie giornate:

1. Posizionamento strategico dei materiali, sia fisico, sia nell’ambito della distinta base, per disaccoppiare il sistema produttivo, stabilizzarlo, ridurre la variabilità e abbreviare il tempo di reazione al mercato.

2. Profilazione dei buffer e dei livelli per ottimizzare gli immobilizzi, senza compromettere per questo il flusso del valore.

3. Adeguamento dinamico alla pianificazione operativa: campagne, promozioni, introduzione o terminazione di prodotti, stagionalità accentuate, ecc.

4. Pianificazione Demand-Driven, per la gestione degli ordini di produzione e di acquisto secondo l’effettivo consumo, in modo conforme sia alla variabilità naturale sia alla variabilità speciale della domanda.

5. Esecuzione visiva e collaborativa, molto semplice e affidabile per prevenire situazioni di rottura di stock e gestire per tempo i problemi emergenti.

L’obiettivo del DDMRP è garantire che i materiali siano attività (cioè siano effettivamente rilevanti per i fini della fornitura finale) piuttosto che passività (cioè, per eccesso, non rilevanti per creare valore, o peggio, per carenza, impedendo la creazione stessa del valore). In questo percorso, si mostrerà con quali tecniche il DDMRP possa raggiungere lo scopo di sincronizzare il capitale circolante con la domanda nella logistica di produzione e di distribuzione attuale e futura.

La certificazione

Il metodo DDMRP è entrato nei programmi formativi di ISCEA, l’International Supply Chain Educational Alliance, la quale offre la certificazione CDDP, Certified Demand Driven Planner, riconosciuta su scala internazionale. Il corso, di tre giorni è disegnato per preparare i partecipanti a sostenere l’esame CDDP. Questo avverrà con esami condotti in diretta (anche a distanza) con la sede USA di ISCEA, di cui resterà un tracking. Il costo aggiuntivo dell’esame è di 250 $, pagati separatamente a ISCEA.

Programma del corso

Modulo 1

  • Le prospettive
  • Il contesto di mercato “nuovo normale”
  • Vivere con la variabilità
  • Quattro domande cruciali riguardo all’MRP

Modulo 2

  • Come nasce il “Demand Driven”: una prima panoramica
  • Componenti del DDMRP
  • Dove si applica il DDMRP

Modulo 3

  • I sei fattori del posizionamento strategico dei materiali
  • Il concetto di ASRLT, Asynchronously Replenished Lead Time
  • Distinte base a matrice e posizionamento dei materiali

Modulo 4

  • Il posizionamento degli stock nella rete distributiva
  • Demand driven vs. push and promote

Modulo 5

  • Stock – Attività o oneri?
  • Profili dei buffer
  • Significato delle zone dei buffer
  • Calcolo delle zone dei buffer

Modulo 6

  • Regolazioni automatiche
  • Regolazioni pianificate - PAF%
  • Regolazioni manuali

Modulo 7

  • Classi di approvvigionamento (gruppi di copertura)
  • Il processo di pianificazione DDMRP per le parti stoccate
  • Esempio di applicazione del processo di pianificazione DDMRP
  • Differenza fra i buffer DDMRP dallo stock di sicurezza e dal punto di riordino
  • Il processo di pianificazione DDMRP per le parti non stoccate

Modulo 8

  • Gestione della priorità secondo lo stato del buffer
  • Allarmi sullo stato del buffer
  • Identificare possibili errori di sincronismo

Modulo 9

  • Implicazioni della schedulazione DDMRP e di capacità
  • DDMRP e gestione della capacità a lungo termine
  • Combinare DDMRP con l’uso dei punti di controllo

Modulo 10

  • La metrica fondamentale e i report di prestazione
  • Analytics
  • I benefici attesi dal DDMRP

 

Non è obbligatoria la partecipazione a tutte e quattro le giornate, se non per coloro che intendono partecipare all’esame per la certificazione; la prima giornata rimane ovviamente un passaggio obbligatorio per chi intende frequentare le successive.

L’esame per la certificazione, di 250 $, è un costo aggiuntivo che viene pagato separatamente a ISCEA.